Il percorso rappresenta una variante al Sentiero dei Mietitori, ma più semplice e facilmente fruibile dai più piccoli.
Si attraversa un piccolo tratto del vasto rimboschimento che caratterizza il versante sud – orientale del Monte Vettore. Varie sono le specie che sono state impiantate, come il Pino nero, il larice e l’abete bianco; molte però sono anche le specie autoctone come il Faggio, l’Acero di Monte, il Nocciolo e tante altre specie caratterizzanti il paesaggio della fascia collinare e di quella montana. Nel fitto bosco di conifere numerosi animali tipici dei boschi del Parco vi hanno trovato rifugio tra i quali il cinghiale, il capriolo, la volpe e lo scoiattolo.